A volte capita che sul soffitto di casa appaia una macchia probabilmente causata da una perdita d’acqua proveniente dall’appartamento sovrastante.
Cosa fare?
Informare chi abita sopra della situazione, farsi dare nominativo e numero di telefono che comunicherete poi all’amministratore
Informare l’amministratore del condominio dell’infiltrazione d’acqua, cercando di essere precisi: quale stanza, dimensioni della macchia, colore, da quanto tempo vi siete accorti di averla.
Comunicate il vostro nominativo, il numero di telefono e l’eventuale indirizzo email, nonché i dati della persona che abita sopra il vs appartamento.
Fate alcune fotografie dello stato dei luoghi
Inviate una comunicazione scritta all’amministratore denunciando il fatto, chiedendogli di aprire sinistro presso assicurazione del condominio.
Solitamente l’amministratore manda un muratore e/o idraulico, per cercare e riparare la causa dell’infiltrazione.
Se la causa deriva da una benne/parte condominiale, tubazioni acqua fredda/calda, tubazioni bagno, impianti di irrigazione, ecc; l’amministratore darà ordine all’impresa di eseguire le riparazioni, e sarà il condominio a pagare le spese di ricerca e riparazione.
Se la causa deriva da una responsabilità diretta e verificabile del proprietario dell’appartamento sovrastante, come ad esempio: sportello lavatrice aperto, impianto di irrigazione dimenticato funzionate, ecc; l’amministratore addebiterà le spese al proprietario sovrastante.
Solitamente entro i 30 giorni successivi la denuncia del sinistro, un perito dell’assicurazione prende contatti con le parti interessate dall’infiltrazione e dai conseguenti interventi di ricerca e ripristino, allo scopo di valutare economicamente il sinistro.
Durante l’esecuzione dei lavori di ricerca e riparazione, sarebbe opportuno fare alcune fotografie dei lavori stessi. Le foto saranno utili sia per i rapporti con l’assicurazione, i condomini, e tutte le parti che chiederanno informazioni in merito.
Si consiglia di chiedere e farsi dare il numero del sinistro aperto presso l’assicurazione, e di tenersi sempre aggiornati circa l’andamento dei lavori di ricerca e ripristino, e dell’eventuale rimborso riconosciuto dall’assicurazione al condominio.
Generalmente l’assicurazione rimborsa al condominio, un importo quantificato dal perito, sottraendo LA FRANCIGIA, cioè un importo fisso e predeterminato, che di solito resta a carico dell’assicurato ( condominio ).